Il bambino della mangiatoia

Il periodo natalizio rappresenta per la maggior parte delle persone e della famiglia un momento di gioia, di evocazione di incontri e di profonda introspezione.

Le arie natalizie portano con sé cambiamenti nell’ambiente, nel paesaggio, nel comportamento e negli atteggiamenti delle persone. Sembra che tu respiri un’aria diversa, l’ambiente è illuminato con luci e colori che influenzano l’umore delle persone e delle famiglie.
Tuttavia, non possiamo ignorare che l’attuale Natale è stato influenzato da un incitamento a consumo, all’acquisizione esagerata di beni materiali, alla ricerca del godimento e della soddisfazione individuale e momentanea. Ma non essere confuso, la gioia che deriva da una corretta comprensione dello spirito del Natale, non assomiglia, né nella sua origine né nelle sue manifestazioni, nell’ambiente di piacere festivo ed effimero che viene solitamente promosso nelle date di Natale alla fine dell’anno.
Il vero spirito del Natale ha molto a che fare con il significato di ciò che effettivamente celebra, cioè la nascita di Gesù in una mangiatoia a Betlemme più di duemila anni fa. Quell’evento segnò la storia dell’umanità e portò con sé un messaggio di amore, perdono, riconciliazione, speranza, gioia, grazia e benevolenza per tutte le persone e le case nel mondo, presente e futuro.
Beyond the beautiful manifestazioni esterne, canti, luci e pasti del tempo, il Natale è un momento per ogni famiglia e il cuore di ogni membro della famiglia, per creare una mangiatoia dove queste buone caratteristiche nascono nel amore, speranza e benevolenza.
È un tempo per condividere come famiglia, per portare cuori che, per ragioni diverse, sono diventati lontani. È tempo che l’amore prevalga, soprattutto, …
Ma sappiamo che la realtà che molte case vivono rende questo spirito del Natale non sempre può essere vissuto. Alcuni specialisti avvertono che, in molti casi, le famiglie non sono disposte a condividere più giorni insieme e gli indicatori registrano purtroppo, in questo momento, un aumento della violenza domestica e un eccessivo consumo di alcol. Certo, questa realtà è presente in molte case disfunzionali, non solo non corrisponde al vero significato che deve essere privato nel periodo natalizio, ma è, paradossalmente, un momento di tristezza e angoscia per molti bambini, adolescenti e donne. [19659002] La società attuale è anche costituita da famiglie che affrontano rotture e dissoluzioni. Ciò significa che in molte case, i bambini e gli adolescenti non possono sempre passare queste date con entrambi i genitori allo stesso tempo. In questi casi, è necessaria una grande maturità da parte dei genitori, per curare soprattutto il benessere dei loro figli e cercare di elevare le dinamiche familiari anche a un livello di coesistenza armonioso e cordiale, lasciandosi dietro risentimenti, angoscia, dispute e minacce, che Portano solo lesioni e dolore a tutti i soggetti coinvolti.
Tutte le famiglie, indipendentemente dalle loro circostanze ed esperienze, devono avere a Natale un incontro con l’amore, la buona volontà e la speranza, caratteristiche che provengono proprio dal significato stesso della nascita di Gesù. Allo stesso modo, le famiglie devono prepararsi affinché la multiproprietà sia di profitto, crescita ed edificazione.
D’altro canto, devono avvertire che né l’ambiente né i contenuti dei media saranno un invito permanente al consumo e al godimento immediato, ma che la vera essenza del Natale ha piuttosto a che fare con l’opportunità di rafforzare i legami familiari e di elevare il nostro livello emotivo e spirituale.

* Jesús Rosales Valladares ha studiato Scienze Politiche all’Università del Costa Rica. Ha anche sviluppato come consulente familiare e ricercatore sociale in questioni di politica pubblica e familiare per più di trenta anni.
Raccomandiamo

News Reporter