BLIND POINT | Matrimonio con i bambini | Provincia di San José

Tre giorni.

Per tre giorni, Giona era nel ventre di una balena. Per tre giorni Lazzaro era nella sua tomba. Per tre giorni, Gesù era morto. E poi la pietra fu rimossa.

Collin si aspetta anche una sorta di resurrezione. Il criminale condannato è stato in libertà vigilata per quasi un anno, vivendo in un centro di reintegrazione. È vietato rimuovere un dito anche fuori dalla sua città natale, Oakland, in California.

Tra tre giorni, Collin finirà con la parola. Lascerà la pancia legale di Oakland una volta per tutte, respirando l'aria di un uomo veramente libero.

A meno che prima non mastichi la balena.

I prossimi tre giorni non saranno facili. Miles, il collaboratore di Collin e il suo migliore amico fin dall'infanzia, è un tipo caotico, un ragazzo bianco con una griglia dorata in bocca.

È fedele e generoso, ma è probabile che ti colpisca faccia da stretta di mano.

Ha anche una fidanzata, un figlio e una nuova pistola illegale. Il solo fatto di essere vicino a quell'arma mette Collin al rischio di violare la libertà vigilata.

Ma cosa può fare Collin? Lavorano insieme per un'azienda in movimento. Sono stati i migliori amici per sempre. Se Miles avesse smesso di scuotere quel pezzo di contrabbando, Collin avrebbe almeno potuto conservare qualche smentita plausibile. Sicuramente Miles non userebbe l'arma … vero?

Miles è un po 'imprevedibile, ma Collin è abituato a questo. Lui può curare.

Ma una notte, mentre Collin stava tornando a casa dal lavoro cercando di rispettare il coprifuoco della sua libertà vigilata, un uomo di colore scese in strada, proprio di fronte al camion di Collin. Vede per un secondo la faccia dell'uomo, il suo volto terrorizzato e quasi supplichevole.

Collin non ha tempo per elaborare. L'uomo fugge mentre un poliziotto appare in vista, con la pistola tirata. L'ufficiale dice all'uomo di fermarsi, poi spara. Una volta Anche in questo caso. E ancora.

Nello specchietto retrovisore, Collin vede l'uomo per la strada, che giace senza vita nel buio. Il poliziotto si gira a guardare Collin. Si guardano disorientati.

Collin si allontana dalla scena. Ha un coprifuoco da rispettare. Non può antagonizzare la polizia. Non verrà coinvolto. Ma il momento lo segue comunque a casa.

L'immagine dell'uomo terrorizzato.

Il poliziotto

Le riprese.

Tre giorni. Restano solo tre giorni.

Elements Positivi

Punto Ciego affronta molte questioni importanti, dal razzismo e identità razziale alla gentrificazione e, naturalmente, alla brutalità della polizia. Ma lo fa attraverso gli occhi di alcuni personaggi ingannevolmente complessi.

Prendere miglia. Certamente per quelli che lo incontrano in una brutta giornata, sembra un teppista senza controllo. Ma Collin lo conosce meglio: quando Collin era in prigione, Miles lo visitava due volte a settimana. Miles si è preso cura della schiena di Collin da prima del quarto anno e non si fermerà più.

Poi c'è Val, l'operatore della società in movimento e l'ex ragazza di Collin. Miles disprezza Val e le sue maniere fredde e ingenue, ma in particolare odia il fatto che stia cercando di cambiare Collin (proprio come sta cambiando e gentrificando Oakland). Ma questa è la domanda: Collin sa che deve cambiare se vuole restare fuori di prigione.

Val è un sostenitore del miglioramento personale; e mentre il film mette in discussione i suoi motivi e metodi, il perfezionamento di se stesso non è, intrinsecamente, una cosa negativa. E anche il film lo capisce.

Collin è al centro di questa causa emotiva e morale, che desidera onorare l'amicizia e la lealtà di Miles mentre sta ancora apportando alcuni cambiamenti tanto necessari nella sua vita. Lo sparo, ovviamente, pesa anche su di lui. E sebbene sia determinato a superare questi ultimi tre giorni senza incidenti, i suoi pensieri inconsci lo infastidiscono, dicendogli attraverso i sogni e le visioni che si sta sottraendo alla responsabilità morale di affrontare ciò che ha visto.

Contenuto Spirituale

Val sembra adottare, in una certa misura, una spiritualità New Age e orientale, un'altra caratteristica che Miles deride. La saluta, ad esempio, dicendo "Namaste" (un saluto tradizionale nella cultura indù) mentre brucia incenso in ufficio.

Altrove, sentiamo un riferimento profano al sangue di Gesù.

Contenuto Sessuale

Collin e Val non sono più insieme. Ma quando i due si incontrano una sera come amici, condividono un abbraccio prolungato che quasi finisce in un bacio. (Val alla fine se ne va e se ne va.)

Prima di andare a lavorare un giorno, Miles dice alla sua ragazza Ashley che dovrebbe scaldarle le mani dietro prima di andarsene. Lo fa (anche se la telecamera non lo mostra), e si impegnano in uno scherzo leggero e vagamente sessuale. (Miles e Ashley vivono insieme e hanno un figlio insieme.)

Vediamo sia Miles sia Collin a torso nudo. Sentiamo riferimenti volgari sulle parti del corpo delle donne.

Contenuto Violento

Mentre lavorava come guardia in un bar, Collins ha avuto un alterco disordinato con un cliente (vediamo in una scena arretrata) cercando di ottenere un enorme drink fiammeggiante dal bar. [19659002]

Quando Collin insistette che non poteva uscire con la bevanda fiammeggiante (perché era illegale), il cliente protestò, e le cose rapidamente aumentarono: Collin colpì il ragazzo ferocemente – la sua faccia era satura del suo stesso sangue – e Miles Anche lui si unì, dando un calcio all'uomo nelle costole. Alla fine, l'alterco incendiò i pantaloni del cliente. Vediamo la sanguinosa e fiammeggiante lotta con qualche estensione. Più tardi, Val dice che la vittima era "in ospedale da una settimana … tutto per un drink".

Miles affronterà un'altra battaglia più avanti nel film. Colpisce la vittima e la lascia tutta insanguinata, colpisce la sua faccia contro la portiera di un'auto. Soffre anche le sue stesse ferite, che lasciano la sua faccia livida e sanguinante.

Un agente di polizia spara e uccide un uomo: sentiamo gli spari, vediamo il corpo e rivediamo la scena ancora e ancora nelle scene della schiena e dei sogni di Collin. Collin ha anche una sorta di visione mentre fa jogging, in cui visualizza decine di residenti neri di Oakland in piedi accanto alla propria lapide presumibilmente. Uno di loro è l'uomo che è stato colpito, con la camicia coperta di sangue.

Miles e Collin viaggiano in auto di un amico che è pieno di pistole, in agguato nel vano portaoggetti, bloccato nelle visiere e nascosto sotto i sedili. Miles acquisisce una di queste armi e la accarezza per gran parte del film. La porta anche a casa, dove il giovane figlio di Miles, Sean, la trova e inizia a giocare con lei sul pavimento, infilando la canna proprio sotto l'occhio.

[Advertencia de Spoiler] Collin rimuove l'arma di Miles (che costituirebbe una violazione della libertà vigilata) ed è terrorizzata quando una pattuglia si ferma al suo fianco e il poliziotto in macchina vuole parlargli. Ha ancora l'arma in suo possesso quando, come il destino lo vuole, lui e Miles vengono chiamati per un trasferimento alla famiglia del poliziotto. Collin trova il poliziotto nel seminterrato e minaccia di sparargli, rompendo alcuni vasi. Ma alla fine dice al poliziotto che non è un assassino e se ne va.

Un bambino gioca a un videogioco super violento. Miles indossa una maglietta che dice "Uccidi il sofisticato, salva il tuo vicinato".

Lingua Vulgar

Abbiamo sentito più di 140 parole f in inglese e almeno 65 parole mierd-. La parola black hijueput diventa essa stessa un punto della trama nelle ultime fasi del film, e anche noi lo sentiamo almeno 40 volte. È stato anche ascoltato: "cul-", "put-", "maledizione", "demoni" e "panoch-". Vengono fatti diversi gesti osceni.

Contenuto con Alcohol or Drugs

Migliaia fuma frequentemente e spesso mette una sigaretta bloccata dietro l'orecchio. Abbiamo sentito un paio di volte che fumava anche marijuana e che anche Collin lo faceva. Ma quando Miles gli chiede se gli piacerebbe fumare un po 'di erba con lui, Collin dice di no, suggerendo che l'abitudine non è più parte della nuova vita che sta cercando di costruire. Vediamo anche un'auto piena di fumo, anche se non è ovvio se proviene da tabacco o marijuana.

Come accennato in precedenza, una bevanda alcolica che bruciava mandò Collin in prigione. L'uomo che l'ha comprato era già ubriaco, suggerisce il film. Vediamo un sacco di alcolici a una festa. Un autista di Uber ha una bottiglia di vodka nel bagagliaio.

Conclusione

Leggendo questa recensione, ti verrebbe perdonato il fatto di pensare che questo film fosse un film cupo e opprimente basato sulla brutalità della polizia e sul movimento dei neri. Sì, quelle cose hanno un ruolo in quello che troviamo qui. Ma, in verità, il film è, in parte, anche una commedia. Il massacro al suo centro si svolge in un contesto di rapidi cambiamenti a Oakland, dove il carattere della città viene gentrificato. Collin e Miles confezionano la storia della vecchia città sul retro del loro camion mentre i nuovi acquirenti, più ricchi e spesso bianchi, ricreano i quartieri nella loro immagine. I ristoranti angolari sono sostituiti da catene vegetariane.

Quasi tutti si riferiscono a questa trasformazione urbana all'ingrosso, alle querce omonime di Oakland, ormai scomparse, tranne le immagini sui cartelli stradali. Un nuovo vicino di Oakland, appena trasferitosi da Portland e con lo stesso tatuaggio incorniciato da Oakland sul collo di Miles, con suo grande dispiacere, indica con orgoglio una lastra di legno nel suo salotto. È il tronco di una quercia di Oakland, vanta, aveva 142 anni quando fu tagliato e trasformato in un pezzo.

Anche il poliziotto che uccide l'uomo che corre è un nuovo arrivato. Ci dicono che le forze di polizia di Oakland hanno estranei che non capiscono la città o la sua storia. Pertanto, Punto Ciego è più di una storia sulla razza. Si occupa anche di cambiamento. Si tratta di vecchi e nuovi sfregamenti dolorosi l'uno contro l'altro, proprio come la razza e la classe strofinano su questo vaso di transizione. Miles e Collin si chiedono cosa può essere salvato dalle loro vecchie vite e cosa deve essere fatto di nuovo.

Un film con 140 parole in inglese non riceverà mai complimenti da Conectados, naturalmente.

Il nastro può essere abbastanza difficile senza tutta la violenza e il linguaggio dato al pubblico, in gran parte completamente inutile dire questo storia in modo efficace.

Anche se non possiamo renderci ciechi agli eccessi di Punto Ciego, non possiamo separarci dal loro messaggio di più livelli, uno che arriva senza risposte ovvie, ma che ci ricorda che dietro ogni tragico titolo, dietro ogni faccia che vediamo per strada, c'è una storia che va ben oltre lo stereotipo.

E non dovremmo mai dimenticarlo.

News Reporter