Concentrati sulla famiglia

In questi tempi, con i cambiamenti che le famiglie hanno sperimentato nelle loro conformazioni e dinamiche, non è più così improbabile trovare alcune opinioni che indicano che la presenza della madre e del padre non sono così decisive per i bambini e che il le funzioni dell'una e dell'altra possono essere assunte dall'uno o dall'altra e anche facilmente sostituite da altri attori.

La cosiddetta "ideologia di genere" ha portato al dibattito sociologico una confusione in termini di maternità e paternità, indicando che non ci sono necessariamente funzioni specifiche e differenziate tra padri e madri, e che è meglio parlare delle funzioni che sono distribuiti tra "genitore 1" e "genitore 2".

Ma in realtà, dal punto di vista biologico, antropologico e sociologico, la differenziazione, la dualità e la complementarietà esistenti tra uomini e donne proietta naturalmente le diverse funzioni e i contributi equilibrati che provengono da madri e padri Come hanno dimostrato i lavori dei professori Fernando Pliego dell'Università Nazionale Autonoma del Messico e Christopher Wolfe dell'Università di Dallas

In questo senso, anche la specialista María Calvo, presidente dell'Associazione dei centri per l'educazione differenziata della Spagna, sottolinea l'importanza delle funzioni differenziate di genitori e madri. In effetti, "… le funzioni del padre e della madre sono totalmente diverse e il figlio ha bisogno sia del suo equilibrio: introduce il figlio nel mondo degli affetti, nella sfera intima; fornisce indipendenza, la apre al mondo esterno. "

Indipendentemente da ciò che ogni persona può credere, è importante sapere che vari studi dimostrano che i bambini stessi, anche molto giovani, notano le differenze che esiste tra il padre e la madre.

"… In una esperienza in Israele è stato dimostrato che i bambini prematuri hanno guadagnato peso più velocemente quando sono stati visitati dal padre. Il padre dà un respiro psicologico al figlio, che nota … In un'altra indagine, gli psichiatri hanno mostrato che i bambini, quando percepiscono la presenza del padre, piegano le loro schiene e le sopracciglia in modo speciale perché sentono che li prenderà e si accorgono che li prende in un modo diverso da quello di sua madre. "

María Calvo approfondisce la sua analisi, in un servizio che è stato anche esaustivamente esposto da noti psicologi e, addirittura, dallo stesso Sigmund Freud: "Quando la madre è sola con il bambino, c'è una tendenza a creare molto L'amore del cervello e della sua neurochimica cerebrale è così forte che è in grado di dare tutto, ma quella relazione ha bisogno di autonomia, il padre viene a separare questo binomio (non intendo il padre che si identifica con un modello patriarcale, che è il contrario). Il padre, rompendo la relazione intima, dà libertà

Dà al bambino la libertà di identificarsi come indipendente e autonomo, dal momento che una tale relazione è limitante per il bambino, vuole prolungare la relazione uterina fino a sempre ed è per questo che abbiamo adulti con una relazione malata. E dà anche libertà alla madre, che potrebbe finire per essere ridotta in schiavitù. Ciò accade nelle madri di diverse culture e livelli sociali, è qualcosa di biologico. "

In questa necessaria ricerca di equilibrio, il padre tende a stabilire con il bambino una relazione in cui non fornisce ciò di cui ha bisogno immediatamente. in questo modo il figlio impara un maggiore autocontrollo, per ottenere le cose a poco a poco.

Da parte sua la madre tende a dare tutto immediatamente, a fornire tutto e "a controllare tutto sui bambini: gli amici, come attraversano la strada, come si vestono, … mentre i genitori sono molto più rischiosi, estendono l'orizzonte dei bambini, danno loro l'autonomia. "

Tuttavia, al momento, i cambiamenti vissuti dalle famiglie e la società ci presenta uno scenario molto sfavorevole per i bambini La paternità, anche se molte volte non è stata esercitata nel modo migliore, è stata interrogata, confrontata e sradicata negli ultimi anni, le case con le madri sono aumentate e crescere i loro figli senza la presenza e l'effettivo coinvolgimento dei genitori; e c'è stata una tendenza a diffondere l'idea che i bambini possano essere assistiti, educati e cresciuti dal padre o dalla madre o da qualsiasi altra persona che assume – indifferentemente e senza alcuna conseguenza – le funzioni dei due genitori.

I motivi fondamentali e determinanti per cui il padre deve essere presente nel processo di crescita e sviluppo del bambino sono stati indicati sopra. Ma certamente il vero ed effettivo coinvolgimento del padre forse non è stato dato come dovrebbe essere. Questo, tuttavia, sta cambiando e le nuove generazioni di genitori, felicemente, stanno partecipando più attivamente alla cura, educazione e educazione dei loro figli.

Le madri devono consentire a questi genitori di assumere i loro ruoli e responsabilità. Non lo faranno come si aspetterebbero, perché hanno i loro modi di farlo, ma faranno bene, se permesso, completando adeguatamente le funzioni insostituibili delle madri.

D'altra parte, non è vero che non c'è alcuna conseguenza per i bambini che crescono senza la presenza del padre o della madre. I bambini hanno bisogno di avere padre e madre. Quando per varie ragioni questo non è stato possibile, i bambini devono ricevere comprensione e supporto necessari per avere successo.

Certamente durante tutta la vita, i bambini e i giovani sono cresciuti da uno solo dei genitori, da nonni, parenti o altri tutori, ma è stato scoperto che, il più a lungo possibile, il più sano e raccomandato è quello i bambini possono contare su padri e madri coinvolti nelle loro funzioni naturali, differenziate e complementari.

Il padre e la madre esercitano funzioni diverse e complementari. Ognuno di loro è determinante nel processo di crescita e sviluppo psico-affettivo dei bambini. Sebbene alcuni promuovano idee che relativizzano il valore prezioso della maternità e della paternità, le prove scientifiche e l'esperienza accademica dimostrano che madre e padre sono fondamentali nella vita dei bambini e nell'ambito di livelli di benessere più ampi e completi per loro.

* Jesús Rosales Valladares ha studiato Scienze politiche presso l'Università del Costa Rica. Si è anche sviluppato come consulente familiare e ricercatore sociale in questioni di politica pubblica e famiglia per più di trenta anni.

Raccomandiamo

News Reporter