Come faccio a sapere che è Amore e non un Capriccio? Parte I
L’amore cresce quando diventiamo migliori amici, quando le conversazioni non finiscono, i sogni ci proiettano nel tempo e l’illusione ci permette di vedere che siamo nati per stare insieme.
L’infatuazione è la porta d’ingresso amare e ha bisogno del tempo necessario per crescere e trasformarsi in un amore maturo. È il tempo condiviso che ci permette di conoscere abitudini, costumi, valori, modi di essere e sogni che ci ispirano. È allora che all’emozione dell’essere innamorati aggiungiamo riflessione, analisi e permettiamo a noi stessi di cercare il saggio consiglio di altre persone. Per minimizzare gli effetti negativi dell’infatuazione gravemente perseguita, le emozioni devono essere controllate dalla ragione, dal buon giudizio e dal discernimento. Perché quando la passione viene accesa e la ragione si spegne, potremmo portarci in modi pericolosi.
L’infatuazione e il desiderio di conquista sono progettati per nascondere le informazioni, non per rivelarle. In questo momento di conquista gli sposi fanno del loro meglio per fare bella figura, nascondendo abitudini, imperfezioni, cattive abitudini, disturbi emotivi, dipendenze e tutto ciò che può farci vergognare. Pertanto, non ci innamoriamo dell’altra persona, ci siamo innamorati dell’ideale che abbiamo di lei. Se ci sposiamo “follemente innamorati”, potremmo scegliere un’avventura cieca che poi rimpiangeremo. È nel periodo dell’amicizia in cui dobbiamo scoprire se i nostri valori, il nostro progetto di vita ei nostri sogni si completano a vicenda.
La chiave per scegliere in modo intelligente l’amore è tenere gli occhi aperti prima di sposarsi, per cercare di conoscere profondità all’altra persona e quindi avere un buon giudizio al momento di decidere. Questo è ciò che ci permette di non cadere nella trappola dell’idealizzazione e condurre la relazione a una conoscenza più oggettiva.
L’amore richiede sforzo e disciplina da parte di ciascuno di coloro che sono coinvolti. Quando l’amore è cresciuto, si concentra sul riconoscere le virtù dell’altra persona, imparando a mascherare i difetti, non fa nulla di sbagliato, non è egoista, non è maleducato, non colpisce, non umilia e, piuttosto, facilita la crescita di l’altra persona accompagna, incoraggia e conforta.
L’amore ci guida ad avere una profonda conoscenza dell’altra persona e ci consente di accettarlo come è. L’amore cresce quando conferisco onore, rispetto, apprezzamento e mi identifico con i bisogni, i desideri e i sogni del mio partner. L’amore è generoso, dedicato e comprensivo, è un modo speciale di sentire, di agire, di pensare e allo stesso tempo è un’arte che viene appresa mentre camminiamo insieme.
L’amore non è capriccioso, non è imposto, non manipola e molto meno fa male. L’amore ci permette di crescere entrambi, ei nostri migliori amici e familiari sono felici di vederci camminare insieme. Pertanto, l’amore è una decisione intelligente e non un desiderio capriccioso. Ciò non significa che l’amore sia facile, perché è necessario sapere come gestire le emozioni, richiede pazienza, dialogo, tolleranza e una buona dose di perdono. Quindi, non è amore se siamo egoisti, compiacenti, orgogliosi e presuntuosi, perché l’amore cresce quando ci sono atti di servizio, parole gentili, rispetto, dialogo, gesti di affetto, comprensione e distacco.
Quando l’amore è immatura semplicemente È usato per conquistare, vuole manipolare e possedere. Ciò degrada l’amore e il modo in cui ferisce la dignità di entrambi. Se giochiamo con amore, quella che potrebbe essere stata una grande esperienza, diventa un gioco di passioni che ci farà del male.
Se lasciamo dominare la passione, sfiguriamo l’amore e diventa qualcosa con quello è giocato; uno strumento per soddisfare, diventa egoista, richiede, chiede, esige, non sopporta le tensioni, è impaziente di tutto ciò che si mette sulla sua strada e cerca di dominare l’altra persona. Questi sono chiari segni che l’amore morirà rapidamente lasciando tracce che feriscono.
Parte II

* Sixto Porras. Direttore regionale di Focus on the Family. Autore dei libri: «Amore, sesso e corteggiamento», «Back Home» e «The Language of Forgiveness». Coautore di: «Portiamo i figli a casa» e «Meditazioni familiari». Il marito di Helen e padre di Daniel e Esteban. La sua passione è aiutare le famiglie a migliorare
. Raccomandiamo

News Reporter