Gli esperti di sessualità rispondono alle tue domande. Parte II

 

In che modo la passione può essere accresciuta nel matrimonio in un modo che nobilita gli sposi e mostra amore e rispetto nella relazione? Ci sono pratiche sessuali che, lungi dall’aiutare questo obiettivo, danneggiano il legame matrimoniale? Gli specialisti nel campo menzionano alcuni comportamenti che potrebbero non contribuire al sano godimento della coppia in matrimonio.
Uso della pornografia nella vita privata del matrimonio
Secondo Silvia Pérez *, la pornografia rompe con il principio del rispetto, della dignità e il piacere dell’altro a causa di due ragioni: in primo luogo, dietro all’industria della pornografia vi sono casi di tratta di esseri umani, abuso di minori e altri tipi di violazioni dei diritti umani; e in secondo luogo, ci mostra una realtà che non è vera. Nella sua esperienza di terapeuta, può affermare che a molte donne di solito non piacciono le pratiche rappresentate nella pornografia.
“La più grande ricerca di ‘porno’ sono scene di stupro; Questo fa chiedere: perché la violenza sessuale è stata erotizzata? Una società che erotizza la violenza è una società malata “, dice la sessuologa. C’è amore in questo? Rispettiamo la dignità umana con l’abuso del potere e il dominio nell’intimità sessuale? La risposta è no, e per questo può influenzare negativamente l’incontro sessuale degli sposi.
In corrispondenza di quanto sopra, la sua controparte Janina Córdoba ** espone che la pornografia è usata da alcuni matrimoni con l’idea di stimolare il desiderio sessuale, ma poi il desiderio non nasce dal vincolo matrimoniale; Non si basa sull’unione e sull’erotismo della coppia, ma da un terzo stimolo.
Córdoba spiega che questo è solo il risultato di un profondo bisogno di legame. L’eccitazione che la pornografia provoca è rapida e istantanea, quindi è preferibile prendersi il tempo per coltivare e proteggere il vincolo matrimoniale; “È come una pigrizia investire nell’altro, ascoltare, sentire, guardare a noi stessi ed esplorare i corpi”, dice il sessuologo.
La pornografia riesce a diminuire in poco tempo e senza molto sforzo il vuoto che non lascia alcun collegamento con l’altro Questo parla di lontani, freddi matrimoni e persone sole.
Rapporti sessuali sotto coercizione all’interno del matrimonio
Come terapeuta di coppie, Silvia Pérez spiega che spesso nel contesto civile i rapporti sessuali avvengono sotto coercizione; vale a dire quando hanno rapporti sessuali a causa dell’insistenza da parte di uno degli sposi anche quando l’altro non vuole mantenere relazioni; o quando uno degli sposi raggiunge l’orgasmo senza preoccuparsi del piacere dell’altro, facendo sì che tutto finisca quando lui o lei ha già raggiunto il suo piacere.
Perez raccomanda che se c’è un coniuge che non ha desiderio sessuale, un specialista per escludere qualcosa di fisiologico o ricorrere a un terapeuta di coppia, ma all’interno del principio di mutuo benessere; non è possibile forzare o manipolare il coniuge per soddisfare il desiderio personale, ricordando la domanda: c’è amore in questo?
“Gli esseri umani hanno un valore intrinseco a cui non possiamo rinunciare. Questo ci invita al rispetto e alla cura reciproca indipendentemente dal sesso di ciascuno. Nessuno può sentirsi superiore o superiore nel valore e, quindi, fingere di “dominare” o “chiedere”, specialmente negli incontri sessuali. Entrambi nell’incontro sessuale e nella vita quotidiana, entrambi hanno lo stesso valore intrinseco “, dice Pérez.
Punisce o ricompensa con” sesso “
Legato a quello precedente, Pérez spiega che in alcune coppie si usano incontri sessuali come modi per punire un errore commesso da uno degli sposi; ma in relazione al principio del rispetto e della dignità che dovrebbe predominare nel matrimonio, l’incontro sessuale non può dipendere dal fatto che qualcosa sia stato fatto bene o male. Il legame tra marito e moglie deve essere pieno di compassione, pazienza e amore incondizionato.
Pratica del sesso anale
È importante ricordare che l’ano ha una funzione biologica specifica di rifiuto e non di piacere; variare il suo uso potrebbe portare affezioni fisiche, poiché le sue fibre sono costituite in modo tale che la sua fisiologia naturale è quella di permettere che gli escrementi siano espulsi verso l’esterno e di non permettere che qualcosa venga introdotto attraverso l’orifizio anale.
] Inoltre, gli specialisti commentano che il sesso anale è una pratica che di solito viene dalla pornografia, la stragrande maggioranza delle donne non ama o si sente a disagio ed è stata percepita come una forma di dominio o sottomissione all’altro partito
Le decisioni sulla dinamica dell’intimità sessuale dovrebbero essere prese solo tra gli sposi. Non dovrebbe mai esserci coercizione, paura o manipolazione.
Lo scopo dell’incontro sessuale non è la soddisfazione del desiderio individuale ed egoistico, ma quello di rafforzare il legame degli sposi e di riempire l’intenso bisogno di sentirsi amati connessi e guardati dall’altra.

Sia benedetta la tua fonte! Divertiti con il compagno della tua giovinezza, cervo delicato e amorevole! Che le tue carezze non manchino mai! Possa Egli circondarti sempre con il Suo amore!

“(Proverbi 5: 18-20, Dio parla oggi)

Parte I
* MSc. Silvia Pérez Martínez. Sessuologo, terapeuta e facilitatore dei processi psicoeducativi sui temi della sessualità con il matrimonio, i giovani e i bambini in Spagna. Diploma in Educazione Sociale dell’UNED, monitoraggio dell’istruzione sessuale e di genere da parte della Fondazione Sexpol, e terapeuta sessuale e coppia per lo stesso. Contatto: http://www.conociendonos.es/index.php/quien-soy
**MSc. Janina Córdoba Ovares, fondatrice e direttore esecutivo del Centro integrale per l’assistenza individuale e familiare (Integra Vita). Psicologo specializzato in terapia familiare, individuale e di coppia. Ha un master in salute sessuale e sessuologia clinica, UNED, Spagna. Collaboratore e facilitatore per oltre 15 anni nella Fondazione per la salute sessuale, lavorativa e ricreativa (FUDHI) in diversi enti pubblici e privati ​​della Costa Rica. Contatto: http://www.integra-vita.com

* Angie Viquez B. Laurea in Psicologia presso l’Università Nazionale del Costa Rica e parte del gruppo di contenuti di Focus familiare.
Raccomandiamo

News Reporter