Sansone

 

Quei filistei erano tali idioti.
Chiedi a qualsiasi abitante dell’Antico Testamento dell’antico Israele e te lo diranno. Ogni volta che gli ebrei iniziano a fare ondate nella Mezzaluna fertile, i Filistei sono venuti a rovinare la festa. Furono costantemente a danneggiare Israele.
Fortunatamente, Dio si prese cura di Israele. Ogni volta che i Filistei diventavano troppo grandi, sceglieva un eroe, a volte un giudice, a volte un re, per mostrare questi fastidiosi adoratori pagani che erano davvero il capo.
Ma alcuni di questi campioni divinamente selezionati avevano il loro proprio problemi Prendi Samson: un ragazzo molto forte.
Sansone era un grande business dalla sua nascita: Dio disse ai suoi genitori che sarebbe stato un nazireo, venne con una serie di condizioni importanti: non poteva bere alcolici. Non potevo toccare i cadaveri. E non potrei mai, mai, tagliarmi i capelli. Era, letteralmente, nato per essere un eroe.
Ma Sansone non è sicuro se è quello che vuole essere.
Oh, certo, non gli piacciono i suoi maestri filistei: il re Balek può essere piuttosto spietato. Suo figlio, Rallah, è sette volte peggio: Rallah fa sembrare il Guazo sano di mente.
Ma hey, i Filistei non sono tutti cattivi. Perché? Samson conosce una graziosa ragazza filistea di nome Taren, una donna che vorrebbe conoscere meglio. Mentre il suo popolo grida che qualcuno li tolga dal pugno dei Filistei, Sansone vuole solo stringere la mano. Non possiamo andare tutti d’accordo, chiede.
“Non abbiamo bisogno di un giudice”, dice. “Abbiamo bisogno di pace”.
Perché davvero, quanto può fare un uomo? Samson può essere piuttosto forte, ma non è come se potesse affrontare l’intero esercito filisteo con la mascella di un asino o qualcosa del genere, giusto?
Elementi positivi
Sansone potrebbe avere alcuni difetti qua e là in questa descrizione di la sua vita, ma soprattutto lui è un ragazzo ben intenzionato. In realtà, il suo desiderio di non versare sangue non necessario sarebbe spesso, in questo spazio, chiamato qualcosa di buono. E anche se è un giudice riluttante, vuole ancora il meglio per la sua gente e fa tutto il possibile per loro. Verso la fine della sua vita, diventa progressivamente più auto-sacrificante, arrendendosi a un certo punto per il bene del suo prossimo (indicando evidentemente il sacrificio di Gesù per noi).
Le donne nella sua vita, Taren (il suo primo moglie) e Dalila, entrambi sembrano ragionevolmente, e forse sorprendentemente bene, anche. Taren ama davvero il suo muscoloso marito. E Delilah recita a malincuore il suo ruolo nella storia in questa narrazione della storia di Samson.
Contenuto spirituale
Dato che Sansone è una storia biblica, non dovremmo sorprenderci se questo nastro è ricco di contenuti spirituali.
Come accennato, è stato messo a parte per Dio dalla sua nascita, anche se a volte è irritato dal fatto che apparentemente la sua intera vita è già stata scritta. “È la sua volontà”, dice qualcuno a Sansone. “Ma non è mio”, risponde Samson. Prega che Dio gli dia un segno che è davvero sulla strada che Dio vuole che sia.
Non è l’unico a dubitare: si è chiesto anche il fratello di Sansone. “Per anni ho implorato Dio”, dice. “Gli ho chiesto se fosse davvero tu che avresti liberato tutti noi.” Dice di aver ricevuto la sua risposta in una “voce dolce e gentile”, un’allusione a 1 Re 19:12.
Il film sottolinea che il grande potere di Sansone viene da Dio, che i suoi meravigliosi riccioli sono puramente secondari. (Il taglio dei famosi capelli di Sansone, tuttavia, lo rende dolorosamente vulnerabile, in armonia con la storia biblica.) Quando ha bisogno di fare qualcosa di veramente impressionante, Samson prega ed è pieno del potere di Dio.
I Filistei sono adoratori di Dagon confermò e li vediamo adorare una statua di quel dio pagano di tanto in tanto. Si prendono in giro gli israeliti per le loro credenze religiose. “Sei debole!” dice uno di loro, spingendo gli israeliti a mandare qualcuno a combattere contro un grande guerriero egiziano. “E servono un dio ancora più debole!” E quando alcuni israeliti decidono di elogiare la falsa divinità nazionale, la prendono in giro. “Guarda con quanta facilità gli ebrei abbandonano il loro Dio e adorano Dagon!” un prete schernisce.
Il re Balek non accetta nemmeno il culto del proprio regno. Spiega a suo figlio che gli dei sono “simboli, non hanno potere, per noi sono un mezzo di controllo, io sono Dagon, puoi essere Dagon”. E quando Sansone lo minaccia con l’ira di Dio, il re rimane perplesso, respingendo quella rabbia come “atti stravaganti e … il tempo.”
Ma Rallah, che ha visto il potente Sansone in azione per se stesso, non è così sicuro che il potere divino di Sansone sia così mite. “Se gli dei fossero mortali, lui sarebbe uno”, dice. Alla fine Rallah rifiuta Dagon e arriva ad apprezzare il potente Dio di Sansone, ma per tutte le ragioni sbagliate. Vede che Dio ha reso potente Sansone e che vuole questo tipo di potere per se stesso.
I Filistei sono anche colpiti diligentemente dalla forza di Sansone, una volta che lo testimoniano da soli. “Il tuo Dio è con lui!” qualcuno urla quando Sansone inizia a dondolare la sua mascella d’asino. “È invincibile!”
Contenuto sessuale
Sansone viene presentato come un piccolo donnaiolo all’inizio della sua avventura. Sente le donne che raccolgono acqua al pozzo, dicendo a suo fratello che sta semplicemente “apprezzando la creazione di Dio, cosa potrebbe essere più importante di questo?” Gli uomini israeliani si lamentano di come Sansone perseguita le donne e afferma che poche giovani donne sono “al sicuro dalle loro avances”. Il fratello di Sansone, Caleb, ricorda uno di quelli che si lamentavano che le donne israelite “non avrebbero avuto la sua virtù [intacta] se non fosse stato per la protezione di mio fratello.”
Ma Sansone sembra calmarsi un po ‘quando sa e casa con Taren. È vero che l’unione non fu approvata dai genitori di Sansone: “Una figlia del nemico?” dice suo padre. “Hai perso la testa?” Ma il loro amore è mostrato come vero, e i loro cuori sono chiaramente agitati quando sono vicini l’uno all’altro. Si baciano e si abbracciano a volte.
Sfortunatamente, la loro relazione non finisce bene. Si suggerisce che mentre Samson sta cercando di ottenere il pagamento di una scommessa insensata, Rallah prende Taren da solo (senza che il film sia troppo esplicito a riguardo). Quindi, Sansone in seguito ha ancora più motivi per lamentarsi.
Non vediamo che Sansone perseguita le donne con la stessa alacrità dopo. Sì, visita un bordello; ma nel film, finisce lì per errore. “Che tipo di locanda è questa?” ansima, chiaramente sgomento. (Giudici 16: 1 sembrerebbe essere meno indulgente nei confronti delle motivazioni carnali di Sansone.)
Delilah allevia il suo dolore, ed è almeno parzialmente sincero in questa descrizione della sua relazione con Sansone. Lei e l’israelita si innamorano (anche se Rallah forza ancora Delilah per aiutarlo a battere il suo amante), e li vediamo baciarsi e abbracciarci.
Il fratello di Sansone, Caleb, sfugge alla cattura travestendosi da donna. Samson è spesso senza maglietta.
Contenuto violento
Quando si realizza una storia su un eroe i cui risultati più importanti riguardano migliaia di filistei morti, non si può evitare il fatto che sarà un po ‘insanguinato.
Per essere onesti, il film di Samson ha i suoi successi (anche se l’eroe Sansone non lo fa). La maggior parte dei colpi che Sansone e altri danno sono oscurati; e nonostante l’alto numero di cadaveri nella storia, il sangue rimane ampiamente controllato.
Tuttavia, la scena con la mascella continua, più o meno, sempre. Ondata dopo onda di guerrieri filistei attaccano il nostro eroe coraggioso e potente, che li combatte con un osso sempre più sanguinante. Sentiamo molti effetti sonori suggestivi, vediamo molto sangue e, al momento della battaglia, assistiamo a centinaia di cadaveri sparsi per il campo. (Non ho contato per vedere se ce ne fossero anche mille, ma diamo a Pure Flix il beneficio del dubbio.) Inoltre, taglia la faccia del principe Rallah durante la battaglia, e Rallah guadagna una cicatrice per il resto del film.
Tuttavia, non tutta la vita di Sansone sta uccidendo i filistei. Alla fine viene catturato e picchiato duramente. Rallah lo acceca con la punta di una spada rovente. (Il fatto reale è oscurato dal retro della testa di Sansone, ma vediamo le ferite che ne derivano e non sono belle). Viene trascinato in schiavitù, dove lavora fino a quando Rallah, ora re, lo incatena nel tempio di Dagon.
Pessima idea, che: Sansone rompe le catene e spinge in pezzi le colonne del tempio, letteralmente abbattendo la casa e uccidendo alle persone. (Vediamo alcuni essere colpiti da pietre e gigantesche statue cadenti.)
Vediamo anche altre scene tratte dalla (o basata sulla) Bibbia: Sansone uccide un leone tagliando la bocca (di nuovo, il vero orrore di quello l’affermazione non viene trasmessa completamente sullo schermo). Più tardi, trova un cadavere con dentro un delizioso miele. Sansone uccide 30 soldati per indossare le loro tuniche insanguinate per pagare una scommessa. (Essenzialmente li colpisce fino alla morte, e calpesta anche il viso di qualcuno.) Una volta che il combattimento corpo a corpo è finito, il pugno di Sansone si colora di sangue.) Sbaglia anche un gruppo di volpi e poi vediamo ( da lontano) quegli stessi canini: torce legate alla coda, laceranti i campi dei Filistei. In cambio, Rallah spinge la moglie di Sansone, Taren e suo padre, da un muro ai campi in fiamme fino alla sua morte. (La Bibbia dice semplicemente che entrambi furono bruciati a morte). Sansone apre le porte di una città e le getta via.
Ma il film si basa anche su momenti non biblici di violenza e di carneficina. Samson risuona con un gigantesco guerriero egiziano. (Quasi lancia un enorme sasso al ragazzo, ma non può farlo, ma non importa: l’egiziano viene poi ucciso da una raffica di frecce). Diverse persone vengono pugnalate a morte, a volte con sangue. Le guardie sono spinte. Le minacce sono emesse. Il naso di Samson viene insanguinato più volte da diversi colpi. Gli sparano frecce e lui le spezza per continuare a combattere. Qualcuno gli rompe la faccia con una pentola.
Lingua volgare
Nessuno.
Contenuto con alcol o droghe
Sansone beve vino nel suo banchetto nuziale, che è vietato per un nazireo.
Conclusione
Pure Flix ha ovviamente messo molto impegno in Samson. Adoro l’idea di un film che si sforza di raccontare un’epica ed eroica storia biblica. Detto questo, mi sentivo ancora in conflitto dopo aver visto Samson. E penso che si riduca a una divergenza di opinioni su chi fosse realmente il tragico personaggio biblico.
Questo film ci dice che Sansone era “un uomo il cui cuore era vasto quanto la sua forza”. Sembra copiare Braveheart, trasformando il suo eroe titolare in una versione ebraica di William Wallace. Sì, Sansone ha i suoi vizi, ma il film sembra suggerire che essi sono il risultato di un’esuberanza giovanile più che altro: arroganza testarda che lascia indietro quando muore sua moglie.
Il film regala a Samson il beneficio del dubbio , ma ho più difficoltà a farlo.
Quando penso alla maggior parte degli eroi della Bibbia, quello che spicca di più nella mia mente è quanto fossero non eroici: David era un pastore dell’ultimo minuto. Mosè era un paria. I discepoli di Gesù erano pescatori e lavoratori senza esperienza prima che Cristo li portasse fuori dall’oscurità. E poiché erano trascurati dalla società del giorno, la gloria di Dio poteva brillare ancora di più con loro.
Sansone era diverso: fin dall’inizio era speciale. Fu separato dalla sua nascita e ricevette doni incredibili. Era una specie di prodigio, e talvolta i suoi prodigiosi talenti valevano la pena.
Ma nella mia lettura, Sansone non era un ragazzo particolarmente eroico per gran parte della sua vita. Ha ignorato le direttive di Dio. E generalmente ha agito come se fosse speciale. O, piuttosto, intitolato. È come un quarterback delle superiori in un film di iniziazione degli anni ’80: il tipo che lancia attacchi di 50 yard il venerdì sera, e poi mette matricole negli armadietti durante i periodi di passaggio. A Samson furono dati tutti i vantaggi e quasi sprecato fino al suo ultimo momento di redenzione. Il film riconosce anche questo lato della moneta, a volte. Ma lui lo vuole in entrambe le direzioni. Vuole che Samson sia Captain America e Tony Stark, e questo ci lascia con un protagonista un po ‘confuso. Come tale, come lo stesso Sansone, forse, il film non è all’altezza del suo potenziale. Lasciando da parte tutte le mie riflessioni sul personaggio principale, Pure Flix ha realizzato un’utile storia di avventura qui. Ha alcuni problemi di contenuto, ma era previsto considerando il materiale di partenza. Infatti, Sansone reprime il sesso e la violenza di quello che avrebbe potuto essere, rendendo questo film un buon film che una buona parte della famiglia poteva vedere – e si spera ne parlasse più tardi – insieme.
News Reporter